Logo Le Muse Orfane

Le Muse Orfane

Associazione Teatrale Culturale

Streghe si nasce

Con Sara Rainis, Anna Nigro, Stefania Pessot

"Non è solo il corpo a gridare ma anche l’anima". È la frase che pronuncia la strega (Sara Rainis) che attende l’alba che la vedrà bruciare sul rogo.

Lo spettacolo attinge agli scenari che si profilavano sul finire del 1400, periodo in cui in varie regioni d'Europa, si assiste al dilagare della caccia, dei processi e delle condanne alle Streghe, legalmente sanciti dalla Summis Desiderantes di Innocenzo III (1484) ed in seguito codificati dai praecepta del Malleus Malleficarum redatto da Heinrich Kramer e Jakob Sprenger (1487).

La pièce si snoda sulla vicenda di una giovane popolana accusata di stregoneria. Immersa nel proprio dolore e nell'angoscia, nelle ore che precedono l’esecuzione la giovane condannata avverte una presenza misteriosa (Anna Nigro) con cui intreccia un dialogo basato sulle motivazioni e i comportamenti che l'hanno portata ad essere sottoposta al giudizio del Santo Ufficio. È una presenza la cui natura non è chiara alla giovane, scaturita forse dal deliro di accuse e torture di cui è stata oggetto.

Regia

Testo e regia Silvia Lorusso
Copyright © 2022 lemuseorfane.com Tutti i diritti sono riservati
Questo sito utilizza solo cookie tecnici e non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il tuo consenso.

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram